fbpx

Manca un mese al mio compleanno.
Forse è per questo che continuo a chiedermi ansiosamente cosa farò da grande.
A dire il vero, grande lo sono già. Eppure più passa il tempo, più mi sembra di avere meno certezze di prima, di essere completamente in gioco e tutta da definire.
Così mi torna in mente un film che amo tanto e che parla proprio di un compleanno e di una donna che cerca (nuovamente, e scopre nuovamente) cosa vuol fare da grande.


In italiano si intitola “Carissima me”, mentre il titolo originale è “L’age de raison”.
Margaret, il personaggio di Sophie Marceau, donna squadrata e (sembra) ben consapevole della sua identità e delle capacità che ha, si trova perfettamente a suo agio nell’età della ragione. Proprio il giorno del suo compleanno riceve un regalo travolgente: un messaggio caleidoscopio della Sè del passato, una bambina creativa e piena di sogni per il futuro.


Dal punto di vista visivo, il film è una chicca per chi ama l’handmade, lo scrapbooking, l’altered art e in generale le tecniche miste!







Margaret inizia allora una caccia al tesoro, tra ricordi e presente, per riscoprire chi è veramente e quali sono le sue autentiche priorità di vita.
La ricerca può essere esaltante ed eccitante. Come un’onda spumeggiante di entusiasmo e possibilità.
E poi c’è il dolore. Di non riconoscersi più nei propri panni. E il coraggio nello strapparsi di dosso strati vecchi di una Sè non autentica.






Il tesoro che scopre alla fine è un consiglio dato con semplicità, un imperativo che diventa sempre più forte dentro:

© Ideal Corpus


Deviens qui tu es!
Diventa chi sei!
Come una bussola che si allinea.
Come un seme che si sviluppa.
L’autorealizzazione dell’inconscio di cui parlava Jung.
Potrei ricevere lo stesso regalo quest’anno?!




© Lisa Mitchell