fbpx

LA MIA PAROLA DELL'ANNO 2018 - © Ilaria Ruggeri
Come da ormai diversi anni, anche per il 2018 ho scelto una parola dell’anno che mi possa ispirare e illuminare nei prossimi mesi. Di quanto questa tecnica sia semplice ed efficace, ne ho parlato molto (se vuoi approfondire, in fondo trovi tutti i link).

La mia parola per il 2018 è MERAVIGLIA.

Aver lavorato nel 2017 sulle mie RADICI mi ha dato la carica per fare ora un balzo in avanti. Di quelli di gioia, sorpresa e crescita. Tutte parole che per me sono racchiuse in meraviglia.
Ma partiamo dall’inizio. Ti racconto come, dopo aver fatto la revisione della parola del vecchio anno, sono arrivata a mettere a fuoco quella per il 2018.

Come ho trovato la mia parola dell’anno

Nel 2012, quando ho usato la tecnica della parola dell’anno per la prima volta, non avevo un metodo. Anzi, all’epoca avevo scelto istintivamente 12 parole diverse, ingolfando decisamente il mio anno di eccessive aspettative. Con la pratica ho affinato un vero e proprio percorso per individuare la parola dell’anno, che prevede esercizi che stimolano la riflessione consapevole e l’ascolto intuitivo (che sono gli stessi che propongo in INCANTO BASE).

Ho notato che la prima parola da cui ti senti chiamata spesso non è quella giusta.

A volte questa parola è infatti solo il primo indizio di un caccia al tesoro più profonda. Quando ho cominciato a pensare alla parola per il 2018, la prima che mi ha colpita è stata REALIZZAZIONE. Mi convinceva per molti aspetti e mi sembrava in sintonia con quella del 2017. Ero piuttosto sicura di aver trovato la mia parola al primo colpo questa volta. Però ho deciso di verificare se effettivamente fosse così. Ho seguito allora anche io, passo passo, lo stesso percorso che propongo alle mie clienti. Il risultato è stato una sorpresa: esercizio dopo esercizio, giorno dopo giorno, ho capito che REALIZZAZIONE non mi avrebbe accompagnato come mia parola dell’anno. È stata soprattutto la visualizzazione creativa che ho fatto (anche questa si trova nel percorso) a convincermi a cambiare ed esplorare una strada nuova, che non avevo ancora considerato. Ed è così che sono arrivata alla fine a MERAVIGLIA.
Meraviglia calza a pennello per le emozioni che sento dentro e solo pensarla mi fa provare entusiasmo, felicità ed energia. La parola dell’anno infatti dovrebbe farti sentire un po’ le farfalle nello stomaco, come a un primo promettente appuntamento.

Cosa significa per me la parola dell’anno che ho scelto

La magia della parola dell’anno è che in poche lettere racchiude tanti significati. Come un simbolo è fatta di molti strati diversi, uno sovrapposto all’altro.
 
Meraviglia significa per me essere meravigliosa, curare il mio corpo e la mia mente per sentirmi in armonia, centrata e vitale.
Mi sprona a realizzare meraviglie nel mio lavoro, superando i limiti che mi sono data, puntando a sorprendere le mie clienti e lasciarle pienamente soddisfatte.
Mi ricorda di guardare al mondo con gli occhi divertiti di una bambina curiosa, che crede nella magia e sa essere grata per la bellezza che c’è intorno.
Meraviglia è l’ispirazione per nutrire la mia unicità, per andare fiera del mio essere diversa e particolare.
È lasciare che la vita mi sorprenda, senza voler incasellare e programmare tutto nei dettagli.
Maraviglia è sentirmi ispirata e creativa.

Come realizzare la parola dell’anno

Dopo aver trovato la parola dell’anno bisogna darsi da fare per realizzarla sul serio e non lasciare che resti qualcosa di astratto. La bellezza di questo strumento è che non c’è un solo obiettivo, ma possono essercene infiniti, grandi o piccoli, relativi a diversi ambiti della tua vita.
 
Per manifestare la mia parola dell’anno, mi sto concentrando per ora su 3 modi diversi:

  • pratico un rituale al mattino che coinvolga corpo, emozioni e spirito: faccio esercizi di stretching, tapping, reiki e visualizzazioni creative
  • lavoro per un planning ispirato, fatto di azioni e di intuito: uso le carte ANIMA LIBERA per ispirarmi, la mia nuova agenda Daily greatness journal e resto aperta e flessibile alle sorprese dell’Universo
  • faccio il rebranding del mio business: per poter capire quali meraviglie creare nei prossimi mesi, ho bisogno di chiarirmi le idee e sognare in grande e lo sto facendo con Anna Bassano

Se vuoi approfondire la parola dell’anno, puoi leggere questo articolo o vedere questo video.

Per realizzare la tua parola mese dopo mese, puoi ancora iscriverti al percorso annuale INCANTO 365!