fbpx

Avete mai scritto una lettera o una cartolina a una persona sconosciuta?

No, non parlo di mail virtuali o di cartoline animate.
Dico proprio quelle fatte di carta, inchiostro e materiali vari per decorarle.
Che vanno affrancate e imbucate.

“Caro amico di matita, ho pensato potessi essere interessato a sentire qualcosa della mia famiglia.
Mio padre è un barbiere. Mia madre una casalinga.
Oh, si, ho anche un cane di nome Snoopy. E’ un po’ pazzo.”

Da ragazzina avevo diversi amici di penna a cui scrivevo lettere su lettere.
E da cui ricevevo lettere su lettere.
Prima di avere internet, forum e chat, di essere troppo occupata a crescere, questo era il mio modo di scoprire il mondo e di conoscere persone nuove.

In queste ultime settimane ho riscoperto il piacere di scrivere e ricevere lettere.
Tra sconosciuti, ovviamente.
Come ho accennato qui, ho partecipato al progetto Love Notes.
E’ durato 3 settimane, in cui ho inviato e ho ricevuto pensieri, condivisioni e auguri.

Trovare ogni settimana nella cassetta delle lettere un messaggio scritto apposta per me è stato emozionante.
Una persona che, senza conoscermi, ha saputo condividere un po’ della sua vita.
Ha voluto mandarmi pensieri di amore.
Mi ha persino spedito una bustina di tisana che ho gustato con gran piacere!

Dall’altra parte scrivere qualcosa di amorevole, gentile e ispirante a chi non conosco è stata un’esperienza entusiasmante.
E’ come aver fiducia nell’umanità e dire

“Non importa chi sei o cosa fai,
voglio solo condividere con te le cose belle della vita”

Partecipare a questo semplice progetto mi ha fatto sentire piena di gratitudine, ottimismo e serenità.
E mi ha ricordato questa bella citazione che spesso ho letto (su internet, questa volta!).

“Pratica atti di gentilezza a casaccio e atti di bellezza senza motivo”

PS: se vi va di leggere il messaggio che ho inviato con la mia ultima lettera per Love Notes e che ho voglia di condividere con chiunque passi tra queste pagine, vai qui.