fbpx

IL JOURNALING- SCRIVERE PER CONOSCERE SE STESSI - © Ilaria Ruggeri
Hai mai tenuto un diario o avuto una collezione di quaderni su cui scrivere i tuoi pensieri?
Perfetto, allora hai già sperimentato il journaling, una tecnica semplice e davvero efficace per conoscere se stessi!

Cos’è il journaling

Questa parola inglese identifica infatti proprio il tenere una traccia scritta dei tuoi pensieri e della tua vita. Io da ragazzina avevo diversi diari: alcuni con il classico lucchetto, altri erano semplici quaderni o agende che riempivo di ritagli e foglietti fino a farli praticamente esplodere. Ora che sono cresciuta continuo a collezionare quaderni e a volte anche a farli a mano. Non so resistere al richiamo della carta, ai pattern colorati delle copertine e alle illustrazioni d’ispirazione!
Nel mondo degli adulti tenere un diario sembra una cosa un po’ futile e infantile, e invece ti assicuro che fare journaling ora può essere uno strumento potente per la tua crescita personale.
Fermarsi a rendere esplicito quello che senti e vivi è una cosa importante: pensa che agli inizi della scienza psicologica tra i più usati c’era proprio il metodo introspettivo, che consiste nel raccontare quello che fa parte del proprio mondo interiore e non si può misurare od osservare esternamente.

I motivi per cui farlo

Fare journaling da adulta diventa:

  • un esercizio creativo grazie a cui puoi dare spazio nella tua vita a qualcosa di divertente e piacevole
  • un rituale semplice che ti permette di ritrovare la centratura e la calma
  • un metodo di ascolto interiore per stimolare intuito e autoconoscenza
  • l’occasione per mettere in luce aspetti della tua zona d’Ombra e diventare più consapevole delle tue emozioni
  • una traccia della tua vita e un modo personale per fermare i ricordi
  • uno strumento per chiarirti le idee, capire meglio la situazione che stai vivendo e magari trovare nuove soluzioni

 

Come si fa

Non sono mai stata una che scrive con costanza tutti i giorni, ma ho sempre seguito l’ispirazione. A volte ci sono situazioni della vita che ti spingono a prendere una penna e le parole escono magicamente come un fiume. In altri momenti invece c’è bisogno di uno stimolo, di qualcosa che ti dia il la perché la mente è bloccata sulla pagina bianchissima che hai di fronte. Per fortuna non esiste un unico modo di fare le cose: ho scoperto infatti diversi tipi di journaling e ognuno è efficace a modo suo. Prova a vedere quello che ti ispira di più e sperimenta direttamente a seconda del momento.
 

Fissa la lunghezza

Una tecnica molto usata è quella delle pagine del mattino di Julia Cameron. Nel suo libro “La via dell’artista” Julia consiglia questo rituale mattutino: scrivere 3 pagine appena sveglia, prima di cominciare la giornata e iniziare a pensare a tutte le cose da fare. Non ci sono temi specifici, ma solo un criterio di quantità: 3 pagine in cui sei libera di fare quello che vuoi, anche continuare ossessivamente a scrivere “non so cosa scrivere”. Una volta fatto l’esercizio, non tornare a rileggerlo subito, ma lascia che si sedimenti con calma. In questo modo apri un canale profondo di comunicazione con te stessa e lasci emergere quello che c’è, senza dare tu direzioni particolari.
 

Usa la creatività

Se ti piace sporcarti le mani e sperimentare con colori e immagini, puoi scegliere di fare art journaling. In questa versione non ti limiti a scrivere parole, ma puoi utilizzare qualsiasi tecnica creativa che ti viene in mente: pennarelli, pittura, collage, scarabocchi. In questo modo adoperi anche l’emisfero destro del cervello, quello creativo e simbolico, e puoi esprimere meglio quegli aspetti che a parole fai fatica a descrivere. Il tuo quaderno poi diventerà un po’ alla volta un vero e proprio libro d’artista, unico e prezioso.
 

Lasciati ispirare

Un’altra metodo di journaling è quello in cui si usano dei prompt: suggerimenti di temi specifici su cui riflettere e scrivere. Potresti ad esempio usare un mazzo di carte d’ispirazione, o creare un vasetto pieno di bigliettini con delle tematiche scritte e da cui pescare di volta in volta. Oppure partecipare a qualche corso o challenge che propone argomenti specifici. In questo modo non ti trovi con il blocco da pagina bianca e hai spunti di riflessioni diversi, a cui magari tu non avresti pensato da sola.
 
 
Per sentirti più centrata e in armonia, prova la visualizzazione creativa guidata TERRA & CIELO. Puoi riceverla in regalo iscrivendoti qui sotto.